Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Vai al contenuto

Fondazioneconilsud.it

News | Dettagli News

SUD - 04 Aprile 2017

Un futuro per i giovani detenuti

La passione dei giovani per lo sport può trasformarsi in un’efficace occasione di coesione e riscatto sociale. Lo dimostra il progetto “Terzo Tempo”, sostenuto da Fondazione CON IL SUD, Ministero della Giustizia - Dipartimento della Giustizia Minorile e Enel Cuore e promosso in diversi istituti di pena minorile da Uisp. L’iniziativa si è conclusa a fine dicembre e ha puntato proprio sullo sport per offrire nuove opportunità di incontro, condivisione, ma anche di lavoro ai ragazzi delle carceri di Catanzaro (Paternostro), Palermo (Malaspina), Catania (Bicocca), Napoli (Nisida), Cagliari (Quartuccio). In tutti gli istituti sono stati realizzati interventi di ristrutturazione delle aree dedicate alle attività sportive, in diversi casi abbandonate da anni. Palestre, piscine, campetti da calcio permettono oggi ai ragazzi di trascorrere del tempo insieme, di imparare l’importanza delle regole, nel gioco come nella vita. Lo sport per alcuni giovani è diventato anche opportunità professionale: in molti hanno seguito dei percorsi formativi per conseguire il brevetto di assistente bagnanti e hanno trovato lavoro in circoli privati.

A Napoli, invece, grazie al progetto “Pescaturismo con i ragazzi”, 30 giovani tra i 14 e i 24 anni sottoposti a misure alternative al carcere inizieranno presto a lavorare come operatori di pescaturismo, accompagnando tante persone in visita alla città partenopea ad ammirare le bellezze del Golfo. Potranno farlo dopo mesi di impegno e formazione: hanno imparato a pescare, a gestire e curare un’imbarcazione, a cucinare piatti della tradizione campana, conseguendo un attestato e una specifica qualifica. Come il loro percorso di vita, anche la barca che ospiterà questa esperienza professionale ha virato verso una direzione diversa. Si tratta infatti del Santa Rita II, confiscata alla criminalità organizzata pugliese che la utilizzava per il trasporto di droga. Il progetto “Pescaturismo” è sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e promosso dall’Associazione Asgam in collaborazione con altre associazioni, organizzazioni e istituzioni del territorio.

Blog "Terzo Tempo">>

Blog "Pescaturismo">>

News