Metrostorie ad ogni fermata

CAGLIARI - 05 Giugno 2013

Teatro d’animazione in movimento, tra Cagliari e Monserrato, su un originale palcoscenico: i tram della Metropolitana Leggera. Mercoledì 5 giugno e giovedì 6 giugno, dalle 18 alle 20.30,  lungo il percorso di Metrocagliari vanno in scena le “Metrostorie ad ogni fermata”.

Nel doppio appuntamento i burattinai di Is Mascareddas danno vita al pupazzo Cristoforo, che deve il suo nome al patrono dei viaggiatori e dei ferrovieri (San Cristoforo, appunto). Il trio è protagonista di una serie di sketch teatrali in corrispondenza delle nove fermate, da un capolinea all’altro, lungo due viaggi di andata e ritorno.

Le due serate fanno parte del programma di MOMOTI: un teatro, un burattino e la città, progetto della Compagnia Is Mascareddas, Arcoiris Onlus e Larus Onlus sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD attraverso il “Bando Storico, Artistico e Culturale 2011”.

L’iniziativa mira a sensibilizzare i passeggeri della metropolitana sulle specificità del territorio attraversato dalla linea urbana di superficie e sul valore del mezzo di trasporto pubblico come soluzione per una mobilità ecologica e sostenibile (perché elettrica e a basso impatto ambientale), ed economica.

L’intervento teatrale è anche l’occasione per avvicinare con un’esperienza condivisa le due popolazioni di Cagliari e Monserrato, ma anche più generazioni, dai giovani agli anziani, più comunità etniche, lavoratori e studenti italiani ed immigrati, che quotidianamente si incontrano nei tram della metro.

Programma evento>>

Blog progetto>>

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Altre News

27 Maggio 2020

Su Rai 2 arriva “L’Italia che fa”

Un nuovo programma dedicato alle storie e ai desideri di chi si impegna per gli altri. Dal primo giugno su Rai 2, dal lunedì al venerdì alle 16.10. Conduce Veronica Maya. Nella prima puntata anche una storia dalla Sardegna.

13 Maggio 2020

Lo sport #dopolapaura: il nuovo bando

Il Bando Sport di Fondazione CON IL SUD: 2,3 milioni di euro per progetti da attivare nel 2021 che mettano al centro la pratica sportiva come strumento di inclusione

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK