La tutela dei diritti delle persone detenute in carcere attraverso sportelli di informazione legale

LUOGO: Napoli e Bari

CONTRIBUTO: € 50.000, 00

DESCRIZIONE:

Il progetto si propone di offrire a detenuti italiani e stranieri informazioni e tutela dei diritti legati alla condizione di detenuto e i diritti previsti dalla nuova legge contro la tortura. L’obiettivo è di assicurare ai detenuti stranieri il diritto a richiedere la protezione internazionale,  il rinnovo del titolo di soggiorno, il diritto ad accedere al beneficio del rimpatrio assistito e il diritto di essere identificato ai fini del rimpatrio durante la detenzione o la custodia cautelare. Sono previste, inoltre, attività di sensibilizzazione rivolte a studenti delle scuole medie inferiori e superiori sulle tematiche carcerarie, a partire dal volume “Il carcere spiegato ai ragazzi”.

Dal punto di vista operativo, si intende istituire sportelli di informazione legale in due carceri del Sud, rispettivamente nei PRAP Puglia-Basilicata e Campania. In Puglia, il carcere coinvolto è la Casa Circondariale di Bari (300 detenuti), mentre in Campania si prevede di coinvolgere la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale (2.200 detenuti).

Beneficiari dell’intervento sono detenuti italiani e stranieri (circa 400), e circa 1.000 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio.

SOGGETTO RESPONSABILE: ASSOCIAZIONE ANTIGONE

PARTNER:

LAZZARELLE COOPERATIVA SOCIALE
MERIDIA CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI

Progetto cofinanziato in collaborazione con Fondazione Haiku Lugano 

Altre News

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK