Terrorismi e mafie: una storia ancora da scrivere

LUOGO: SICILIA E LOMBARDIA

CONTRIBUTO: € 60.000

DESCRIZIONE:

L’obiettivo del progetto è quello di conservare e rendere disponibili per un ampio pubblico tutti i documenti sul terrorismo, la violenza politica e la criminalità organizzata, prodotti e conservati negli archivi dei tribunali lombardi e siciliani. L’iniziativa nasce dalla duplice esigenza di evitare il rischio di deperimento dei documenti e di disporre di un archivio integrato facilmente consultabile.
L’archivio Flamigni ha già avviato il lavoro di censimento e digitalizzazione di documentazione giudiziaria in Lombardia in collaborazione con l’Archivio di Stato di Milano e la Casa della memoria di Brescia e tale lavoro costituisce la base per un’azione mirata a generalizzare la metodologia, migliorandola e costruendo appositi strumenti di consultazione, così da estenderla a tutto il territorio nazionale, a partire dalla regione Sicilia.
Il progetto prevede, infatti, (oltre al completamento dell’operazione di ordinamento e messa on line di tutti i documenti giudiziari lombardi con il sostegno di Fondazione Cariplo) l’avvio del censimento e della digitalizzazione della documentazione conservata nei tribunali siciliani in collaborazione con la Soprintendenza archivistica per la Sicilia. In particolare, si prevede di censire almeno un milione di pagine e poi digitalizzarne circa trentamila. Il censimento delle fonti giudiziarie sulle mafie riguarderà tutti gli episodi di violenza che hanno dato luogo sia a omicidi intenzionali sia accidentali dal 1946 ad oggi, seguendo la cronologia già utilizzata per il portale della Rete degli archivi per non dimenticare creata dall’archivio Flamigni.
Le azioni di digitalizzazione verranno realizzate dalla cooperativa sociale Officina 22 di Palermo che favorirà l’inclusione lavorativa di 3 ex internati dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto. La sede operativa delle attività sarà a Palazzo Biscari (Catania), presso spazi messi a disposizione gratuitamente dalla Fondazione di Comunità di Messina.
Il principale risultato atteso riguarda la possibilità di creare una banca dati unica delle fonti giudiziarie italiane conservate nei tribunali, attraverso la messa online dei documenti censiti e digitalizzati su una nuova piattaforma informatica che potrà essere utilizzata per finalità di indagine, educative, di studio e ricerca.

SOGGETTO RESPONSABILE: ASSOCIAZIONE CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E ARCHIVIO FLAMIGNI

PARTNER:

CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI SOL.E.
COOPERATIVA SOCIALE OFFICINA 22
ARCHIVIO DI STATO PALERMO – SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA DELLA SICILIA
CASA DELLA MEMORIA DI BRESCIA
ARCHIVIO DI STATO DI MILANO

Progetto cofinanziato in collaborazione con Fondazione Cariplo e Fondazione di comunità di Messina.

Altre News

NAPOLI - 12 Novembre 2019

Cultura e sociale muovono il Sud

Due giorni di confronto per individuare esperienze di successo e farne modelli positivi a partire dalle Catacombe di Napoli: a 50 anni dall'apertura e 10 dalla loro rinascita.

7 Novembre 2019

“Con i Bambini”: 2 call per esperti

Una call per esperti per l'avvio e l'animazione di comunità di pratiche e un'altra per la valutazione dei progetti esecutivi pervenuti in risposta al bando "RIcucire i Sogni", dedicato ai minori vittime di maltrattamento

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK