Giornata mondiale della giustizia sociale 2015

ROMA - 20 Febbraio 2015

Oggi è la Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, istituita dalle Nazioni Unite nel 2007. Perseguire la giustizia sociale significa tutelare l’uguaglianza e i diritti di ogni persona, nel rispetto delle differenze di età, sesso, razza, religione, cultura, idee. Un principio fondamentale per la convivenza e la pace che può essere declinato in tante sfaccettature: per il 2015 il tema scelto è quello del contrasto al traffico di esseri umani e alle varie forme di sfruttamento e schiavitù.

Vanno in questa direzione diversi progetti e iniziative promosse e sostenute dalla Fondazione CON IL SUD. Dedicato proprio a questa tematica è il Bando Immigrazione, tuttora in corso e rivolto al terzo settore e al volontariato del Sud, invitati a collaborare con associazioni e organizzazioni di immigrati per proporre insieme idee innovative capaci di contrastare la tratta e lo sfruttamento lavorativo e sessuale, promuovendo il lavoro come strumento di integrazione, anche sociale. Su 113 idee pervenute la Fondazione CON IL SUD ne ha preselezionate 45, invitando i proponenti a tradurle in concrete proposte di intervento. La valutazione dei progetti è in corso. A disposizione ci sono complessivamente 3,5 milioni di euro.

Tra i progetti in corso sostenuti dalla Fondazione con precedenti bandi, segnaliamo in particolare le iniziative “Terragiusta” e “Rosarno…e poi?”.

Terragiusta – Basilicata, Calabria, Campania, Puglia

Secondo l’Istat il lavoro sommerso nel settore agricolo in Italia coinvolge circa 400.000 persone, il 43% dei dipendenti. Si tratta soprattutto di immigrati. Le loro giornate lavorative sono di 12 ore, la loro paga di pochi euro. Sono costretti a vivere in condizioni malsane e in luoghi fatiscenti, con conseguenze pericolosissime per la salute e, talvolta, addirittura per la sopravvivenza. Questa situazione si amplifica al Sud, a causa ad esempio del difficile accesso all’acqua potabile e ad un’alimentazione adeguata e del mancato rispetto delle regole di sicurezza sul lavoro.

Il progetto “Terragiusta” opera in questo contesto. Medici, coordinatori e mediatori si muovono con un ambulatorio mobile offrendo assistenza socio-sanitaria, sensibilizzando gli immigrati e la comunità sul tema del diritto alla salute, garantendo supporto legale a chi ne ha bisogno con l’aiuto di avvocati e consulenti specializzati sul tema dello sfruttamento lavorativo. Il progetto, cofinanziato dalla Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Fondazione italiana Charlemagne a finalità umanitarie Onlus e FOSI (Open Society Foundations), è promosso dall’Associazione Medici per i Diritti Umani (MEDU), in collaborazione con l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) e il Laboratorio di Teoria e Pratica dei Diritti dell’Università di Roma Tre (LTPD).

Rosarno…e poi? – Province di Caserta e Salerno

Lo slogan di questo progetto è “Stacca la spina al lavoro nero”. Esprime chiaramente l’obiettivo dell’intervento: favorire l’integrazione degli immigrati vittime di sfruttamento lavorativo, attraverso attività di informazione, orientamento e assistenza socio-legale, mediazione culturale, accoglienza soprattutto nelle zone in cui il fenomeno è più diffuso, come Casal di Principe e Castel Volturno, Piana del Sele e Capaccio. L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD nell’ambito dei “progetti speciali e innovativi” e promossa dal CIR (Associazione Consiglio Italiano per i Rifugiati Onlus) in partnership con organizzazioni, associazioni e istituzioni del territorio, realizza anche incontri e dibattiti sul tema, perseguendo la realizzazione di un quadro normativo nazionale e regionale capace di contrastare lo sfruttamento lavorativo degli immigrati.

Altre News

27 Maggio 2020

Su Rai 2 arriva “L’Italia che fa”

Un nuovo programma dedicato alle storie e ai desideri di chi si impegna per gli altri. Dal primo giugno su Rai 2, dal lunedì al venerdì alle 16.10. Conduce Veronica Maya. Nella prima puntata anche una storia dalla Sardegna.

13 Maggio 2020

Lo sport #dopolapaura: il nuovo bando

Il Bando Sport di Fondazione CON IL SUD: 2,3 milioni di euro per progetti da attivare nel 2021 che mettano al centro la pratica sportiva come strumento di inclusione

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK