Infanzia: servizi, multilinguismo e identità culturali

ROMA - 28 Gennaio 2016

Si è svolto a Roma mercoledì 27 gennaio il terzo convegno annuale del progetto TFIEY – Transatlantic Forum on Inclusive Early Years. Un appuntamento dedicato al tema "Sistemi integrati e multilinguismo nei servizi per la prima infanzia", che è stato l'occasione per sintetizzare i principali risultati del 2015 in materia di integrazione tra servizi, multilinguismo e identità culturali nella prima infanzia.

Tra i partecipanti all’evento, Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD.

La giornata si è aperta con la sessione "Multilinguismo e sviluppo delle identità culturali". La presenza di ‘parlanti’ molte lingue nei contesti di vita non è esperienza culturale consueta nei paesi europei e soprattutto in Italia, dove si incontrano due o al massimo tre lingue. Questo è un fattore che ha contribuito all’assenza di un approccio educativo multilingue e al mancato sviluppo di una pedagogia multilingue, occasione di sviluppo sociale, culturale e intellettuale per tutti i bambini e le bambine di oggi.

In materia di sistemi integrati di servizi per la prima infanzia, al centro della seconda sessione della mattina, è emerso che nel progetto TFIEY la partecipazione delle famiglie permette di condividere problemi e soluzioni. Chi li esprime li conosce e li vive più intensamente di qualunque altro. Ha quindi maggiori ragioni per affrontarli con pratiche collaborative, in un universo dove bisogni e responsabilità sono forze in concorso. Responsabilizzare, rendere, rigenerare è la sintassi elementare per un welfare che da assistenziale diventa generativo. La prima infanzia è l’ambiente migliore per capirlo e praticarlo.

Sono stati inoltre presentati i primi risultati della ricerca condotta dalla Fondazione Zancan nell'ambito del progetto, in collaborazione con il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali. I 258 questionari compilati da assistenti sociali che lavorano nei servizi per minorenni e famiglie esprimono l'esigenza di scelte profondamente diverse negli investimenti di risorse verso i servizi dedicati alla prima infanzia: le azioni ritenute più efficaci sono infatti quelle rivolte alla prevenzione, dedicate alla promozione di opportunità (nel lavoro, per l'abitare, per il sostegno delle responsabilità familiari, ecc.) che favoriscano l'inclusione dei bambini e delle loro famiglie secondo un approccio integrato; orientate a fornire servizi rivolti alla prima infanzia in grado di garantire a tutti i bambini una crescita armonica e globale, non solo protezione primaria.

Nel corso del convegno sono state inoltre presentate alcune esperienze significative che hanno come protagonisti i servizi alla prima infanzia.

La tavola rotonda conclusiva, dedicata al tema “Il futuro da costruire”,  ha messo in evidenza il divario Nord – Sud  nell’offerta di servizi all’infanzia, con effetti immediati sui livelli di apprendimento dei bambini, sul tasso di dispersione scolastica e occupazione femminile. La scarsità di servizi, inoltre, alimenta la povertà, aspetto ulteriore che evidenza come sia  necessario un investimento che vada in questa direzione.

La sfida è quella di coinvolgere. Innovare oggi significa varcare i confini: delle strutture, degli approcci, andare oltre i sistemi e i servizi radicati nel passato che non sono più funzionali. In questo percorso, il ruolo dei genitori deve essere cruciale: sono loro i principali partner nei servizi all'infanzia e sono loro ad avere l'impatto maggiore sulla vita dei bambini.  Fondamentale è anche poter disporre di professionisti formati.

Il progetto TFIEY Italia è coordinato dalla Compagnia di San Paolo in collaborazione con Fondazione Emanuela Zancan, Fondazione Cariplo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione CON IL SUD.

L’obiettivo è quello di costruire un tavolo di discussione permanente, per riunire e far dialogare tra loro autorità pubbliche nazionali e locali, operatori, professionisti del terzo settore, ricercatori, magistrati, giornalisti, educatori e opinion leader, alla ricerca di soluzioni e pratiche condivise a difesa dell'infanzia.

Sito progetto>>

Altre News

PALERMO - 18 Novembre 2019

La buona educazione

Incontro tra le "comunità educanti" di Palermo

NAPOLI - 12 Novembre 2019

Cultura e sociale muovono il Sud

Due giorni di confronto per individuare esperienze di successo e farne modelli positivi a partire dalle Catacombe di Napoli.

7 Novembre 2019

“Con i Bambini”: 2 call per esperti

Una call per esperti per l'avvio e l'animazione di comunità di pratiche e un'altra per la valutazione dei progetti esecutivi pervenuti in risposta al bando "RIcucire i Sogni", dedicato ai minori vittime di maltrattamento

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK