Sogni e Riscatto allo Zen

PALERMO - 21 Giugno 2010

Ci suono luoghi relegati in qualche angolo della penisola italiana, in cui il concetto di normalità assume le sfumature più scure. Lo Zen di Palermo, il quartiere “ghetto”, dove la precarietà e bisogno sono il carburante di una criminalità diffusa, pone un’etichetta che non lascia via di scampo ai suoi giovani che qui sono nati e cresciuti. “Sogni e Riscatto” si erge tra i blocchi residenziali della Zona Espansione Nord per invadere la città a tutto porto, non attraverso le solite pagine di cronaca nera, ma per mezzo all’arte e allo spettacolo frutto dei giovani talenti del quartiere.

E’ così che l’hanno immaginata alcuni dei fondatori dell’associazone “Ragazzi di Strada”, che dal 2003 vive per dotare i giovani del quartiere degli strumenti necessari per far crescere e realizzare le proprie aspirazioni.
Lo scorso anno, questi “giovani Zen per lo Zen”, che si definiscono “né eroi né professionisti del sociale”, lottando alla dispersione scolastica attraverso il progetto “Dire Fare Cambiare” finanziato da “Fondazione per il Sud”, si sono visti consegnare una medaglia al merito civile dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Nei due anni precedenti, l’iniziatva “Sogni e Riscatto” è passata dalla proiezione in anteprima di “Che Saccio”, un corto sulla vita di Francesco Casisa, ragazzo dello Zen e Filippo Pucillo di Lampedusa, attori protagonisti di “Nuovo Mondo”, il film di Emanuele Crialese, al rap di protesta di Dante, anche lui dalla settima circoscrizione, vincitore del contest musicale che ha coinvolto band e cantanti di tutta l’isola.

Quest’anno l’iniziativa vedrà anche il contributo dall’ I.C.S. “L.Sciascia” dello Zen , e sarà di nuovo il cinema a filmare quell’inarrestabile desiderio di “Riscatto Sociale”: storie di vita e luoghi d’Italia verranno raccontati attraverso corti provenienti da tutta la penisola. Dieci di questi saranno selezionati da una giuria, e proiettati durante l’iniziativa, che si svolgerà a settembre, forse in un teatro storico di Palermo. E se è vero che “L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita”, lo Zen e i suoi abitanti stavolta mettono in mostra la propria bellezza, da sempre soffocata dal grigiore dei pregiudizi.

Altre News

27 Maggio 2020

Su Rai 2 arriva “L’Italia che fa”

Un nuovo programma dedicato alle storie e ai desideri di chi si impegna per gli altri. Dal primo giugno su Rai 2, dal lunedì al venerdì alle 16.10. Conduce Veronica Maya. Nella prima puntata anche una storia dalla Sardegna.

13 Maggio 2020

Lo sport #dopolapaura: il nuovo bando

Il Bando Sport di Fondazione CON IL SUD: 2,3 milioni di euro per progetti da attivare nel 2021 che mettano al centro la pratica sportiva come strumento di inclusione

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK