VERSO RIFIUTI ZERO – presentati i numeri del Bando

ROMA - 12 Marzo 2013

Ogni anno in Italia finiscono in discarica 15 milioni di tonnellate di rifiuti urbani, il 48% del totale prodotto e oltre il 65% dei rifiuti raccolti, ponendo il nostro Paese agli ultimi posti per la sensibilità ambientale, in termini, ad esempio, di percentuale di produzione, raccolta, riciclo, riuso dei rifiuti. Nel 2010 la media di rifiuti urbani prodotti nei 116 comuni capoluogo di provincia è stata di 533 Kg per abitante (quella europea è di 23 Kg inferiore), rappresentando un andamento crescente rispetto agli ultimi tre anni (+0,9%) .

All’interno di questo scenario la Fondazione CON IL SUD, nell’ambito della linea di intervento “Cura e valorizzazione dei beni comuni”, ha deciso di promuovere un bando specifico per fornire a organizzazioni del terzo settore e del volontariato, in partnership con altri soggetti pubblici e privati (istituzioni, università,  mondo economico e della ricerca), l’opportunità di proporre soluzioni innovative e interventi efficaci in termini di prevenzione e riduzione a monte dei rifiuti, attraverso la partecipazione dei soggetti coinvolti nella produzione, distribuzione e commercializzazione di prodotti e servizi.

Il bando, scaduto il 6 marzo, si è rivolto alle realtà non profit presenti nelle province del Sud più virtuose in termini di produzione dei rifiuti pro capite  (Potenza in BASILICATA, Cosenza e Vibo Valentia in CALABRIA, Avellino e Benevento in CAMPANIA, Foggia e Lecce in PUGLIA, Nuoro in SARDEGNA, Caltanissetta e Enna in SICILIA) per interventi in rete capaci di favorire la riduzione dei rifiuti da conferire in discarica, senza necessariamente richiedere una riduzione dei consumi da parte dei cittadini, ma semplicemente promuovendo scelte più consapevoli in termini di impatto sull’ambiente.

Vanno in tal senso, ad esempio, le soluzioni alternative al ricorso ai prodotti “usa e getta” e, a valle, lo sviluppo di iniziative di riuso e riciclo di beni di diversa natura, prima che entrino nel ciclo dei rifiuti.
Si tratta di una scelta ormai imprescindibile, che potrà concorrere agli obiettivi nazionali e comunitari della strategia Europa 2020. E’ importante insistere sul concetto che il rifiuto ha un suo valore economico in quanto è sia un costo che una risorsa. Se riduciamo il rifiuto, diminuisce anche il costo di raccolta e trattamento; se viene recuperato, possiamo riutilizzare il materiale. Con questo bando la Fondazione ha voluto contribuire a veicolare con chiarezza questo messaggio e la necessità di sperimentare, innovare e andare verso i rifiuti zero.

<<Si tratta prima di tutto di una operazione dalla forte valenza culturale – ha dichiarato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD – perché i rifiuti vengono considerati una risorsa, beni comuni, e non più soltanto un problema>>.

In risposta al bando, la Fondazione ha ricevuto oltre 60 proposte progettuali, con il coinvolgimento di circa 400 organizzazioni tra terzo settore, volontariato, istituzioni locali, Enti Parco, Protezione Civile, istituti scolastici, enti ecclesiastici, associazioni di categoria.

Il sostegno della Fondazione riguarderà l’avvio o il potenziamento di nuovi servizi e attività, in un bacino di utenza abbastanza ampio da garantire la sostenibilità economica degli interventi proposti. Verranno privilegiate risposte non sostitutive degli interventi ordinari delle istituzioni e la sperimentazione di formule innovative che mirino a incentivare una gestione efficiente dei servizi ambientali lungo tutto il ciclo dei rifiuti.
Per la fase valutativa delle proposte sarà fondamentale l’impegno da parte delle Amministrazioni comunali in cui si svolgeranno i progetti ad accompagnare e sostenere le attività avviate, nonché a integrarle con proprie iniziative ecosostenibili, per garantire la piena realizzazione e l’effettiva continuità nel tempo.

L’incontro di presentazione dell’iniziativa si è svolto questa mattina a Roma alla Città dell’Altra Economia con il contributo di esperti e la testimonianza di esperienze virtuose sul tema. Hanno partecipato Carlo Borgomeo presidente della Fondazione CON IL SUD, Roberto Cavallo autore di “Meno 100 chili”, Marco Sala operations manager di Ecodom, Riccardo Pensa del Comitato Scientifico Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori (Lu), Enrico Erba direttore del Consorzio Città dell’Altra Economia, Stefania Bove archeologa e autore televisivo. In occasione dell’evento è stata esposta l’installazione di Michelangelo Pistoletto “I Temp(l)i cambiano”, metafora dell’incontro tra responsabilità, sostenibilità e arte.

Durante l’incontro è stato annunciato l’accordo di collaborazione tecnica con il Consorzio Ecodom, il sistema collettivo nazionale che gestisce, senza fini di lucro, il trasporto e il trattamento degli elettrodomestici a fine vita (RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), disponibile ad accompagnare e sostenere operativamente e gratuitamente i progetti, tra quelli selezionati dalla Fondazione attraverso il Bando, che prevedono il riuso di RAEE, fornendo loro know-how, assistenza tecnica e supporto operativo sul territorio.

Altre News

28 Luglio 2020

Chiusura estiva

Gli uffici della Fondazione saranno chiusi dal 10 al 21 agosto.

24 Luglio 2020

A Messina torna l’Horcynus Festival

La manifestazione prenderà il via  venerdì 24 luglio negli spazi del Parco Horcynus Orca e si protrarrà in questa prima parte, fino al 3 agosto

22 Luglio 2020

Aggiornamento bando volontariato

Il 31 luglio si chiude la seconda fase del bando per il sostegno a processi di sviluppo attraverso la valorizzazione del volontariato.

30 Giugno 2020

Aggiornamento Bando Sport

Sul portale Chàiros è possibile selezionare gli indicatori da collegare alla proposta di progetto.

26 Giugno 2020

Chiusura uffici 29 giugno

Lunedì 29 giugno gli uffici della Fondazione saranno chiusi per la festività dei patronale.

Appuntamenti

Visualizza: giorno / mese

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK